Normativa sul gioco d'azzardo patologico

Le leggi, i regolamenti e le altre norme regionali vigenti in materia di prevenzione e contrasto al gioco d'azzardo patologico in Lombardia.

Con la legge regionale n. 8 del 21 ottobre 2013, pubblicata sul Bollettino Ufficiale Regione Lombardia n. 43 del 22 ottobre 2013 ed entrata in vigore il 5 novembre 2013, sono state emanate varie disposizioni finalizzate alla prevenzione ed al contrasto di forme di dipendenza dal gioco d'azzardo patologico (GAP), nonché al trattamento e al recupero delle persone che ne sono affette e al supporto delle loro famiglie.

La l.r. n. 8 del 2013 prevede, inoltre, misure volte a contenere l'impatto negativo delle attività connesse alla pratica del gioco d'azzardo lecito sulla sicurezza urbana, la viabilità, l'inquinamento acustico e il governo del territorio. Fra le varie misure è stato imposto un divieto di nuova installazione di giochi d’azzardo lecito entro il raggio di 500 metri dai luoghi cosiddetti sensibili.

Alla realizzazione di tali finalità concorrono:

  • i Comuni
  • le Agenzie di tutela del territorio (ATS, ex ASL)
  • i soggetti del terzo settore e gli enti accreditati per i servizi nell'area delle dipendenze
  • le associazioni di rappresentanza delle imprese e degli operatori di settore
  • le associazioni di tutela dei diritti di consumatori e utenti.

La legge regionale n. 11 del 6 maggio 2015, abrogata dalla l.r. n. 5 del 25 gennaio 2018, era entrata in vigore il 23 maggio 2015 e ha apportato modifiche alla l.r. n. 8 del 2013. Tra le principali innovazioni apportate figurano:

  • l’esclusione, dall'ambito di applicazione degli artt. 4, 5 e 10 della l.r. n. 8 del 2013, degli apparecchi da gioco di cui all’art. 110, comma 7, r.d. n. 773 del 1931
  • la ridefinizione del concetto di "nuova installazione" degli apparecchi da gioco
  • l'equiparazione a nuova installazione di altre fattispecie, quali il rinnovo del contratto stipulato fra esercente e noleggiatore degli apparecchi da gioco (chiamato concessionario per l’utilizzo degli strumenti), la stipula di un nuovo contratto fra esercente e noleggiatore, il trasferimento degli apparecchi da gioco in caso di trasferimento dell’esercizio commerciale situato all'interno della cerchia dei cosiddetti 500 metri dai luoghi sensibili (art. 5, comma 1 ter della l.r. n. 8 del 2013)
  • la previsione di una nuova sanzione in sostituzione di quella già prevista per l’ipotesi di nuova installazione di apparecchi da gioco in violazione delle distanze minime dai luoghi sensibili.

La l.r. n. 11 del 2015 ha apportato modifiche anche alla Legge per il governo del territorio (l.r. n. 12 del 2005) e al Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere (l.r. n. 6 del 2010).

Come specificato in premessa, la l.r. n. 5 del 25 gennaio 2018 (art. 2, comma 1, lett. b), n. 72)) ha abrogato la l.r. n. 11 del 2015.

Tale abrogazione risponde ad una logica di mero riordino della normativa lombarda e non produce alcuna conseguenza giuridica sulle modifiche introdotte nelle leggi regionali n. 8 del 2013, n. 12 del 2005 e n. 6 del 2010. Infatti, l'art. 4 della stessa l.r. n. 5 del 2018 precisa che "sono fatti salvi gli effetti prodotti o comunque derivanti dalle leggi e dalle disposizioni abrogate dalla presente legge, comprese le modifiche apportate ad altre leggi". Inoltre, restano confermate anche "le variazioni testuali apportate alla legislazione vigente dalle leggi abrogate dalla presente legge, ove non superate da integrazioni, modificazioni o abrogazioni disposte da leggi intervenute successivamente".

Questo l’elenco dell'ulteriore normativa regionale che disciplina, in alcuni punti, argomenti connessi alla ludopatia. Si tratta cioè della normativa aggiuntiva rispetto alle due leggi regionali già presentate. Nell'elenco sono presenti anche i principali provvedimenti regionali riguardanti la prevenzione e il contrasto al gioco d'azzardo patologico:

  • l.r. n. 6 del 2 febbraio 2010 - Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere
  • l.r. n. 12 del 11 marzo 2005 - Legge di Governo del Territorio
  • d.g.r. n. 1274 del 24 gennaio 2014 - Determinazione della distanza dai luoghi sensibili per la nuova collocazione di apparecchi per il gioco d’azzardo lecito (ai sensi dell’articolo 5, comma 1 della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8 "Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico")
  • r.r. n. 5 del 16 dicembre 2014 - Regolamento per l’accesso alle aree e ai locali per il gioco d’azzardo lecito, in attuazione dell’art. 4, comma 10, della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8
  • r.r. n. 10 del 14 dicembre 2015 - Modifiche al r.r. 16 dicembre 2014, n. 5 "Regolamento per l’accesso alle aree e ai locali per il gioco d’azzardo lecito, in attuazione dell’art. 4, comma 10, della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8".
  • d.g.r. n. 1362 del 14 febbraio 2014 - Modalità applicative per la fruizione dell’agevolazione fiscale prevista dell’art. 4 comma 8 della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8 ("Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico"). Regime d’aiuto prescelto. Comunicazione relativa alla compilazione della dichiarazione IRAP.
  • d.g.r. n. 1314 del 30 gennaio 2014 - Approvazione del programma 2014 per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco patologico
  • d.g.r. n. 2573 del 31 ottobre 2014 - Disposizioni relative alle modalità di formazione dei gestori delle sale da gioco e dei locali ove sono installate le apparecchiature per il gioco d’azzardo lecito, in attuazione dell’art. 9, comma 1, della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8
  • d.g.r. n. 4252 del 30 ottobre 2015 - Proroga dei termini di cui alla DGR 31 ottobre 2014 n. 2377 per l'assolvimento dell'obbligo formativo da parte dei gestori delle sale da gioco e dei locali ove sono installate le apparecchiature per il gioco d'azzardo lecito, in attuazione dell'art. 9, comma 1, della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8
  • d.g.r. n. 2589 del 31 ottobre 2014 - Approvazione linee guida per la prima applicazione del nuovo marchio ‘NO SLOT’ di identificazione delle azioni di contrasto di regione Lombardia al gioco d’azzardo patologico - art. 4, comma 2 della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8
  • d.g.r. n. 2743 del 28 novembre 2014 - Sviluppo delle azioni di prevenzione e contrasto alle forme di dipendenza dal gioco d’azzardo lecito - L.r. 8/2013
  • d.g.r. n. 4358 del 20 novembre 2015 - Accordo tra Regione Lombardia e le associazioni di trasporto pubblico regionale e locale della Lombardia A.N.A.V. Lombardia e A.S.S.T.R.A Lombardia, nonché delle aziende Trenord s.r.l., ATM, RFI, Ferrovie nord e navigazione lago d’Iseo s.r.l., per la promozione di azioni volte a disincentivare l’utilizzo di sistemi pubblicitari relativi al gioco d’azzardo lecito, ai sensi della l.r. n. 8/2013
  • d.g.r. n. 3398 del 10 aprile 2015 - Presa d'atto della comunicazione del Presidente Maroni di concerto con l'Assessore Beccalossi avente oggetto: "Stato di attuazione della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8 "Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico" - relazione annuale della giunta al Consiglio regionale"
  • d.g.r. n. 5228 del 31 maggio 2016 - Stato di attuazione della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8 "Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico" - relazione annuale 2015
  • d.g.r. n. 5777 del 8 novembre 2016 - Attivazione bando dedicato agli enti locali per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di contrasto al gioco d’azzardo e contestuale avvio della campagna di sensibilizzazione
  • art. 13, l.r. n. 34 del 29 dicembre 2016 - Modifica dell'art. 5 della l.r. n. 8/2013 - Disposizioni per l'attuazione della programmazione economico-finanziaria regionale, ai sensi dell'articolo 9-ter della l.r. 31 marzo 1978, n. 34 (Norme sulle procedure della programmazione, sul bilancio e sulla contabilità della Regione) - Collegato 2017
  • d.g.r. n. 7443 del 28 novembre 2017 - Disposizioni relative alle modalità di attivazione dei corsi di aggiornamento obbligatori per i gestori delle sale da gioco e dei locali ove sono installate le apparecchiature per il gioco d’azzardo lecito, in attuazione degli articoli 4 e 9 della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8

15/12/2017